Le mura di Rozafa/Difese Naturali - performance collettiva e rassegna cinema

Nuovo appuntamento, domenica 21 agosto alle 18.30, con le attività del Centro per l’arte e la biodiversità ambientale di Arts Farm – Donnapaola.

Sarà Marco Scotini, curatore del Centro con la direzione artistica di Antonella Marino, a presentare il nuovo lavoro di Nico Angiuli, un’azione condivisa che coinvolgerà il pubblico all’ora del tramonto. Momento conclusivo di una ricerca avviata dall’artista sul posto (con un’azione “germinativa” durante il convegno internazionale a fine giugno e una residenza con gli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Bari a metà luglio). L’evento inaugura nell’Arts Farm di Donnapaola una serie di interventi artistici collegati con la realtà paesaggistica e produttiva dell’azienda. 

La performamce, Le Mura di Rozafa, trae spunto poetico dal mito albanese di Rozafa, una donna che si sacrifica in nome della famiglia. Condannata a vedere puntualmente crollare – di notte – il castello costruito di giorno, la donna accetta di farsi murare viva all’interno dell’edificio come sacrificio ai demoni che lo abbattono sistematicamente. Di questa vicenda (che rimanda anche al lavoro delle maestranze albanesi, depositarie ormai delle antiche tecniche di costruzione dei muretti a secco tipici delle campagne pugliesi), si espone l’aspetto trasformativo, la possibilità di diventare muro, paesaggio, parte complessa di un luogo, in questo caso per via di un sacrificio simbolico quanto concreto. Da questa azione – che si avvale della collaborazione della giovane artista Michela Rondinone e si svolge su un tratto dei muretti a secco della tenuta di Donnapaola – nascerà un’opera permanente, Vesper: una stazione di contemplazione silenziosa, in cui sostare al tramonto sino al crepuscolo cercando di percepirsi -in forma articolata – con il paesaggio sonoro, minerale, animale, antropico, circostante. 

Dopo la performance seguirà, alle 21.30, la proiezione del film diretto da Nico Angiuli Difese naturali, 2022 (durata 28’51’), evento speciale di Seminale, la rassegna di cinema agricolo curata da Angiuli e Marcella Anglani per approfondire tematiche legate al paesaggio, al cambiamento climatico, all’agricoltura. 

Girato con gli studenti di una scuola di Adelfia (Bari), il film racconta un mondo immaginario e distopico in cui un gruppo di preadolescenti si oppone alle decisioni dissennate di un fantomatico “governo centrale”, che rende illegale la libera circolazione delle sementi e la tutela della biodiversità. Rinchiusi in un bunker disperso nelle campagne del sud Italia, il gruppo organizza un “attentato agricolo” realizzando armi vegetali, con lo scopo di proteggere e ricostruire il paesaggio messo in pericolo. Difese Naturali è interpretato da Silvia Ruggieri, Cristina Carella, Nicola Accettura, Domenica Nicassio, Fara Stea, Elena Cilenti, Serigne Mbaye Sarr, Giuseppe Laricchia, Nicole Marchitelli.Il film è stato finanziato dalla SIAE (Bando PerChiCrea), prodotto dall’I.C. Moro-Falcone di Adelfia (BA) e realizzato con l’APS Tipica Adelfia FermataKm11.

Alla proiezione interverranno Emanuele Derobertis e Rosa Limongelli. Derobertis è presidente dell’associazione di promozione sociale Tipica Adelfia, che dal 2015 promuove interventi e iniziative di valorizzazione del territorio all’interno della vecchia Stazione FSE di Adelfia (di cui Tipica Adelfia è concessionaria). Ha coordinato il gruppo di lavoro e tutte le fasi del progetto filmico Difese Naturali. Dal 2007 collabora con le Politiche Giovanili della Regione Puglia per l’implementazione di misure a favore dei giovani pugliesi. Limongelli è collaboratrice e delegata del Dirigente scolastico per la gestione e il coordinamento di Progetti e Attività con Fondi regionali, nazionali. Referente di gruppi di lavoro per progetti con finanziamenti europei (PON FSE), ha curato le prime fasi di avvio e le successive di mediazione tra scuola e gruppi di lavoro del film. 

Nico Angiuli (1981) è artista, performer e regista. Partecipa a progetti e ricerche tra Albania, Grecia, Sud Italia e Spagna. Ha esposto in spazi nazionali ed internazionali, tra cui 2nd Kiev Biennale; OMI Art Center NY; Mart di Trento e Rovereto; BOZAR Museum Brussels. È tra i vincitori di Italian Council (2018) e di Cantica21 (2021). Tra i suoi lavori più recenti, Part-Time Resistance, ricerca sulle resistenze private, prodotto in collaborazione con il museo MACTE di Termoli. Dal 2017 è docente di Arti performative presso l’Accademia di Belle Arti di Bari. Vive e lavora a Berlino.

Ingresso libero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.